Dance with the dead

484 note

Sono morto troppe volte credendo e aspettando, aspettando in una stanza fissando il soffitto scalcinato, aspettando il telefono, una lettera, un colpo all’uscio, uno squillo.
Charles Bukowski (via shekhmashierakianni18)

4.036 note

Non sono una persona paziente, odio i ritardi e le lunghe attese, non sopporto stare seduta alla fermata dell’autobus, non sopporto le ore prima di un esame, né quelle prima dei risultati. Sono una di quelle persone che se manda un messaggio il minuto dopo lancia il cellulare perché non riceve risposta. La verità è che non so aspettare ma alla fine aspetto sempre.
Rea Daniels (via readaniels)

1.738 note

Non credo che le persone siano fatte per stare sole. E’ per questo che, se trovi qualcuno a cui tieni sul serio, devi lasciar perdere le cose di poco conto. Perché niente è peggio che sentirsi soli, pur avendo un sacco di persone attorno.
Scrubs (via machenevuoisapere)

(via onnev)

73 note

Vi capita mai di sentirvi crollare per dei resti di parole bruciate in gola, incastrate, buttate giù e mai dette?
Io sì, sempre.
E fa maledettamente schifo e contemporaneamente male.
Cit. (via no-one-tells-me-who-i-love)

639 note

Vorrei tanto essere diversa.
Vorrei spegnere questo fottuto cervello.
Vorrei preoccuparmi di meno.
Vorrei fregarmene altamente delle conseguenze.
E fanculo le delusioni.
Vorrei vivere.
Vorrei non essere me, magari vivrei più semplicemente.
diariodiunanerdsuperstrana (via diariodiunanerdsuperstrana)